Cronometro per allenamento: caratteristiche e costi

Sei uno sportivo che vuole migliorare il modo in cui tiene traccia dei propri miglioramenti, oppure sei un neofita dell’attività fisica alla ricerca di uno strumento che possa darti alcune indicazioni iniziali?

Ebbene, un buon cronometro è la soluzione che stavate aspettando.

In questo articolo parleremo proprio del cronometro per allenamento. Buona lettura!

Perché acquistare un cronometro per allenamento?

Il cronometro è lo strumento principale da avere sempre con sé durante un allenamento più o meno impegnativo.

Basti pensare agli allenamenti divisi in diverse sezioni di corsa alternata alla camminata veloce. Avere un cronometro a disposizione è sicuramente molto utile.

In aggiunta, i cronometri sono in grado di darti non solo il tempo che hai impiegato per svolgere il tuo allenamento, ma anche che prestazioni hai avuto nelle diverse frazioni. Insomma, questo strumento è utile non solo per conoscere meglio i tuoi tempi, ma anche per valutare se parti troppo forte per poi terminare scarico (puoi infatti comparare i tempi della prima frazione con quelli dell’ultima) o se invece parti troppo lentamente, sottovalutandoti.

Una delle caratteristiche principali dei cronometri per allenamento, inoltre, è quella di avere un registro delle attività. In questo modo potrai ricontrollare i tuoi tempi e valutare i tuoi miglioramenti nel corso dei mesi.

Che tipo di cronometro acquistare?

Per decidere quale sia il miglior cronometro da acquistare è innanzitutto fondamentale partire dai modelli moderni e che quindi funzionano grazie alla presenza di un pezzo di quarzo opportunamente tagliato e inserito in un circuito oscillatorio.

I cronometri moderni si contrappongono ai modelli dal funzionamento meccanico. La differenza? I cronometri con funzionamento al quarzo sono decisamente più precisi e affidabili.

La scelta della tipologia di cronometro, invece, dipende invece dallo sport che pratichi e da alcune variabili. Vediamole nel dettaglio.

I cronometri digitali

I cronometri digitali, come il nome lascia intendere, sono dotati di uno schermo digitale molto semplice e intuitivo.

Oltre alla misurazione dei tempi totali e dei tempi parziali potrai avere a tua disposizione anche delle altre funzionalità aggiuntive: un conta calorie bruciate, un pacer, un contapassi, un GPS e un timer. Queste caratteristiche, tipiche dei cronometri digitali da polso, sono spesso accompagnate anche dalla possibilità di poter impostare delle sveglie e degli allarmi nonché di poter consultare il calendario.

I modelli digitali più semplici e da tenere in mano, invece, possono semplicemente misurare i tempi, ma hanno delle caratteristiche in comune con i modelli da polso:

  • lo schermo è retroilluminato
  • sono impermeabili
  • resistono agli urti

I cronometri classici

I cronometri classici, sia quelli da mano sia quelli da polso, hanno come unica funzione quella di misurare il tempo totale e quello parziale. Con delle differenze:

  • i cronometri da mano misurano i secondi nel quadrante principale, mentre i minuti sono misurati in un quadrante più piccolo; la misurazione dei minuti, tuttavia, non supera i quindici
  • i cronometri da polso prevedono la presenza di tre piccoli quadranti, uno per le ore, uno per i minuti e uno per i secondi

Solitamente questi modelli vengono utilizzati dagli allenatori di alcune specifiche discipline, come per esempio il nuoto oppure la corsa dei 100m. Insomma, delle attività particolarmente veloci e per le quali può sicuramente essere d’aiuto avere a disposizione i secondi in grandi dimensioni riportati sul quadrante principale.

Quale cronometro per allenamento scegliere?

Soprattutto nel caso in cui il tuo allenamento dovesse essere in solitaria, magari correndo, nuotando, pedalando o facendo circuiti in palestra, il miglior cronometro è quello digitale.

A parità di precisione e di affidabilità, infatti, i cronometri digitali sono molto più semplici e diretti da leggere. Sul tuo polso troverai direttamente le cifre corrispondenti ai tuoi tempi, senza bisogno di calcolare e sommare secondi oppure minuti.

Inoltre, proprio le caratteristiche principali di questi strumenti sono quelle che li rendono migliori in alcune situazioni. Se dovessi allenarti in contesti scarsamente illuminati lo schermo retroilluminato è in grado di aggiornarti sui tuoi tempi facilmente; se dovessi trovarti sotto un acquazzone improvviso, avresti a tua disposizione un cronometro impermeabile e in grado di mantenere invariate le proprie prestazioni.

Come riconoscere un cronometro per allenamento di qualità

Avvicinandoti all’acquisto di un buon cronometro per allenamento, oltre alle caratteristiche che abbiamo visto dovrai prendere in considerazione altri due fattori: la precisione e i materiali di costruzione.

Sapere se un cronometro è davvero preciso è, per fortuna, molto semplice. Ti basterà infatti verificare che modello da te scelto sia dotato della certificazione COSC. Tale documento, rilasciato da una prestigiosa società svizzera, attesta che il cronometro ha superato una serie di test molto impegnativi volti a determinarne l’affidabilità. A ogni modo ti consigliamo di optare per un cronometro digitale di precisione pari al millesimo di secondo.

Per quanto riguarda invece i materiali di costruzione, questi devono essere resistenti e al contempo leggeri. I cronometri analogici sono spesso visti come indistruttibili, mentre i modelli digitali sono talvolta costruiti con un po’ meno attenzione sotto questo punto di vista.

Tuttavia, i cronometri digitali sono comunque strumenti di buona fattura anche dal punto di vista strutturale e, soprattutto, possono essere rinforzati da una protezione antiurto e antipolvere.

I migliori cronometri per allenamento

Optando per i cronometri digitali, avrai a tua disposizione tantissime funzionalità da sfruttare durante il tuo allenamento. Inoltre, i costi non sono di certo proibitivi e riuscirai tranquillamente a stare al di sotto del centinaio di euro. Le variazioni dipendono naturalmente dal marchio di produzione, dalle feature integrate, dalla sua precisione e dalla sua resistenza.

Se il tuo sport è il nuoto, esiste un cronometro digitale perfetto per il tuo allenamento: si tratta di un modello da infilare nel dito indice della tua mano e che, oltre a misurare i tempi, tiene conto anche del numero di vasche effettuate. Basterà sfiorare il cronometro con il pollice.

Se invece la corsa è il tuo mestiere, scegli un modello preciso al millesimo e con la visualizzazione a tre righe. In questo modo potrai avere sempre almeno tre parametri sempre consultabili in contemporanea. Importante è che il tuo cronometro abbia anche una scheda di memoria che ti consenta di registrare i risultati e di una funzione Bluetooth tramite la quale scaricare i tuoi tempi sul computer o sul cellulare.

Non ti resta che allacciare il tuo cronometro per allenamento e iniziare a riscaldarti!

Nata in un piccolo paese della Sardegna e poi trapiantata a Roma, ho cercato di rendere la mia passione per la scrittura un lavoro. Mi divido tra redazione, festival, televisione, scrittura per il web e sono appassionata di beauty, fitness, benessere della persona e cura della casa. In una parola: comunicazione. Così cerco di impostare il mio lavoro e la mia quotidianità.

Back to top
Migliore Cronometro