Cronometro manuale e sul cellulare: recensioni e confronto

Acquistare un cronometro è un passaggio fondamentale per riuscire a tenere sotto controllo le tue prestazioni sportive o i tempi di esecuzione di una data azione.

Tuttavia, le tipologie e i diversi modelli di cronometri sono davvero sterminati e potrebbe essere difficile per te orientarti in questo mercato molto competitivo.

In questo articolo ti offriremo una panoramica sui cronometri concentrandoci principalmente sul cronometro manuale e sul cellulare. Vedremo quali sono le differenze di utilizzo e le situazioni in cui uno sia più indicato dell’altro.

Buona lettura!

Il cronometro e le sue caratteristiche principali

Tra le principali caratteristiche di un cronometro c’è naturalmente quella di tenere traccia del tempo che passa. Di conseguenza, questo strumento viene utilizzato principalmente nelle competizioni sportive di diverso tipo (sia di squadra sia individuali), ma non solo. Si può infatti trovare anche nelle sale operatorie, durante gli esami di stato e in tantissime altre situazioni.

Tra le sue particolarità c’è sicuramente quella di essere in grado di tenere traccia non solo del tempo complessivo, ma anche di quello relativo a specifici tratti, frazioni o giri. Questo è molto utile soprattutto nel caso in cui si stiano monitorando i tempi di terzi durante i loro allenamenti.

Insomma, il cronometro può essere applicato a campi diversissimi tra loro.

I cronometri sono tutti uguali?

La risposta a questa domanda è no. I cronometri possono essere diversissimi tra loro per funzionamento, struttura e applicazione.

La prima divisione è quella nelle due categorie principali: i cronometri analogici e i cronometri digitali. A loro volta, i cronometri digitali si suddividono in cronometri a schermo LED e cronometri a schermo LCD.

Ma procediamo con ordine.

Le differenze di funzionamento

Sebbene tutti i cronometri moderni funzionino tramite un meccanismo al quarzo, esistono delle differenze importanti tra le diverse tipologie. In ogni modello il quarzo viene inserito in un meccanismo oscillatorio che consente a questo prezioso minerale di vibrare con costanza a una data frequenza.

I cronometri analogici trasferiscono però tale frequenza a un motore interno collegato agli ingranaggi. Questi ultimi sono a loro volta collegati a delle lancette che si spostano in un quadrante a indicare via via i diversi valori numerici.

La situazione cambia con i cronometri digitali a schermo LED i quali, mediante dei circuiti divisori, trasportano i risultati sul display sotto forma di tratti e segmenti luminosi. Parlando invece dei cronometri digitali a schermo LCD, viene sfruttato un microprocessore interno in grado di restituire i valori sotto forma di cifre digitali.

Le differenze strutturali

Per quanto riguarda le differenze strutturali, sia i cronometri analogici sia i cronometri digitali a schermo LCD possono essere sia manuali sia da polso.

Al contrario, i modelli digitali a schermo LED sono di grandi dimensioni e a elevato consumo energetico.

Naturalmente, i cronometri digitali possono essere integrati in una serie di dispositivi elettronici come i computer, i telefoni, i tablet, i wellness bracelet etc.

Le differenze di applicazione

Date le loro grandi dimensioni, i cronometri digitali LED si trovano generalmente nelle palestre, nei centri benessere o nelle sale operatorie.

Invece, i cronometri manuali sia analogici sia digitali sono prettamente utilizzati dagli allenatori per monitorare con un elevato grado di precisione e affidabilità i tempi e le prestazioni dei propri allievi.

I cronometri digitali LCD da polso sono invece i modelli privilegiati qualora si voglia tenere traccia dei propri allenamenti in maniera autonoma e individuale. Per quanto riguarda invece i cronometri analogici da polso, questi sono generalmente scomodi per essere utilizzati durante prestazioni sportive perché sono integrati ai classici orologi analogici.

Cronometro manuale: pro e contro

Il cronometro manuale, come abbiamo visto, può essere sia analogico sia digitale.

I modelli analogici sono di dimensioni compatte, generalmente in metallo cromato e mettono a tua disposizione due quadranti: uno principale, con un giro di secondi sino a 60 e un giro di secondi sino a 30 (ideale per le gare come i 100m) e uno secondario che si occupa di misurare i minuti. A seconda del modello scelto potrai misurare sino a 15 minuti o sino a 30 minuti.

I cronometri analogici sono degli strumenti molto precisi e dal design elegante e raffinato; tuttavia, sono anche più complessi da leggere e sono utili solo in caso di tempi relativamente brevi e mai superiori alla mezz’ora. Devono inoltre essere ricaricati manualmente.

I modelli digitali, invece, pur essendo costruiti con materiali meno pregiati, hanno dei vantaggi davvero importanti:

  • la lettura dei risultati è immediata e chiara
  • non ci sono limiti di tempo
  • lo schermo è retroilluminato
  • a seconda dei modelli avrai una torcia integrata
  • la struttura è impermeabile e in grado di resistere alla pressione subacquea
  • possibilità di registrare tutti i propri risultati in una memoria interna

Cronometro sul cellulare: caratteristiche principali

Tutti i cellulari sono ormai dotati di cronometri integrati. La presenza di questa funzione è molto utile perché riuscirai ad avere tutti i vantaggi dei cronometri digitali racchiusi in un unico strumento con il quale si può fare praticamente tutto.

Cronometro manuale o sul cellulare: quale scegliere?

Per scegliere tra un cronometro manuale o uno sul cellulare dovrai capire esattamente quali sono le tue esigenze.

Abbiamo già visto come tra un cronometro manuale analogico o digitale quest’ultimo sia la soluzione più indicata per precisione, resistenza e comodità d’uso. Sono proprio queste caratteristiche a renderlo più indicato anche per gli allenamenti propri o di terzi un pochino più professionali. Usare il telefono, infatti, significa portare con sé un peso aggiuntivo e, in definitiva, piuttosto inutile soprattutto se si deve correre. Inoltre, un cronometro digitale manuale blocca qualsiasi tipo di distrazione potrebbe arrivare dal tuo cellulare e risulta in ultimo decisamente più funzionale.

Vale la pena parlare brevemente di uno dei multimetri digitali manuali più interessanti in commercio, anche se più che di strumento manuale si dovrebbe parlare di cronometro da dito. Infatti, la soluzione migliore per chi si allena in piscina e vuole avere non solo una panoramica del suo tempo totale e dei suoi tempi nelle diverse frazioni, ma anche un conteggio automatico delle vasche fatte è il cronometro digitale da dito.

Posizionandolo sul dito indice e sfiorandolo appena con il pollice a ogni virata di fine vasca, questo strumento terrà traccia di tutti i dati del tuo allenamento!

Nata in un piccolo paese della Sardegna e poi trapiantata a Roma, ho cercato di rendere la mia passione per la scrittura un lavoro. Mi divido tra redazione, festival, televisione, scrittura per il web e sono appassionata di beauty, fitness, benessere della persona e cura della casa. In una parola: comunicazione. Così cerco di impostare il mio lavoro e la mia quotidianità.

Back to top
menu
migliorecronometro.it