Cronometro: come memorizzare le rilevazioni parziali o di giro?

L’acquisto di un cronometro è da consigliarsi soprattutto qualora ti interessasse monitorare appieno i tuoi tempi e i tuoi miglioramenti in campo atletico.

Infatti, è fondamentale poter avere sempre sotto controllo i tuoi progressi e sapere quali siano i tuoi margini di miglioramento.

In questo articolo parleremo di una delle funzioni che rendono il cronometro lo strumento da avere in campo fitness, ovvero la possibilità di monitorare anche i tempi parziali o quelli di giro. Nello specifico, ti spiegheremo come memorizzare le rilevazioni parziali o quelle di giro.

Rilevazioni parziali e di giro: di cosa si tratta?

Iniziamo dal principio.

Il cronometro è uno strumento che misura il tempo totale di un evento e, a seconda dell’evento in questione, tale funzione è più che sufficiente. Per esempio, nel caso in cui si debba conoscere la durata totale di un discorso, di una lezione, di un’operazione chirurgica, di un concorso di stato o di una maratona è il tempo totale il parametro che interessa maggiormente.

Ci sono però delle altre situazioni o eventi per i quali è necessario avere a propria disposizione altri risultati come appunto le rilevazioni parziali e quelle di giro.

Per quanto riguarda le rilevazioni parziali, queste altro non sono che i tempi effettuati in singole frazioni del percorso; per esempio, il tracciato di una pista da sci è diviso in frazioni e conoscere il tempo parziale rende possibile monitorare il proprio vantaggio o svantaggio nei confronti degli avversari.

I tempi di giro vengono invece raccolti durante delle gare o degli allenamenti che prevedono che si compiano un certo numero di giri e, conseguentemente, di chilometri prima di poter dichiarare conclusa la gara. Pensa per esempio alle gare automobilistiche, al ciclismo su pista oppure al nuoto.

Perché queste rilevazioni sono importanti

A prescindere dalle gare ufficiali nelle quali i tempi di giro e quelli parziali vengono monitorati per decretare il vincitore finale, poter fare affidamento sulla rilevazione di questi due parametri è utilissimo anche per gli sportivi amatoriali oppure in fase di allenamento.

Infatti, se ti stai allenando per una corsa, potrai vedere quanto tempo impiegherai a percorrere i singoli chilometri o impostare un’altra frazione più indicata. Allo stesso modo, se devi ripetere più volte lo stesso percorso in bicicletta sarà importante verificare di mantenere un buon tempo medio e non, magari, percorrere i primi giri velocemente e i restanti completamente scarico.

I cronometri che rilevano i tempi parziali o di giro

I cronometri hanno delle differenze molto importanti tra loro e non tutti possono essere utili al tuo scopo. Le tipologie principali sono le seguenti:

  • modelli analogici
  • modelli digitali
Con i cronometri analogici potrai bloccare i tempi parziali e di giro premendo un apposito tasto situato nella parte superiore della struttura. Le lancette che si muovono all’interno del quadrante si fermeranno dunque a indicare il tempo corrispondente al giro o alla frazione.

I cronometri digitali possono invece essere di due tipi diversi, ovvero LED o LCD. I modelli con schermo LED sono di grandi dimensioni e si trovano nelle palestre, mentre i modelli LCD manuali ti consentono, anche in questo caso premendo un pulsante, di effettuare una rilevazione parziale o di giro.

Come memorizzare queste rilevazioni?

Per memorizzare le rilevazioni che ti interessano dovrai necessariamente acquistare un cronometro digitale. Sono infatti gli unici modelli dotati di una memoria interna. In alcuni casi la memorizzazione è automatica, mentre in altri cronometri ti sarà sufficiente accedere alle impostazioni per memorizzare i risultati.

I cronometri digitali, inoltre, avendo uno schermo che può essere a tre righe di visualizzazione, saranno in grado di mostrarti diversi parametri in contemporanea.

In ultimo, utilizzando questi cronometri potrai anche trasferire i risultati memorizzati sul tuo computer o sul tuo smartphone usando un cavo oppure la funzione bluetooth.

Non ti resta che iniziare a tenere traccia dei tuoi tempi e dei tuoi miglioramenti!

Nata in un piccolo paese della Sardegna e poi trapiantata a Roma, ho cercato di rendere la mia passione per la scrittura un lavoro. Mi divido tra redazione, festival, televisione, scrittura per il web e sono appassionata di beauty, fitness, benessere della persona e cura della casa. In una parola: comunicazione. Così cerco di impostare il mio lavoro e la mia quotidianità.

Back to top
menu
migliorecronometro.it