Cronometro: come impostare la funzione inversa?

Hai bisogno di un nuovo cronometro, magari più professionale o più avanzato dal punto di vista tecnologico? Non è mai troppo presto per migliorare la qualità del tuo strumento preferito quando ti alleni!

Ma di quale modello potresti avere bisogno? E soprattutto, in caso di necessità, come puoi impostare la funzione inversa del tuo cronometro?

Di questo parleremo nelle prossime righe!

Il cronometro: un unico strumento per tantissimi usi

Il cronometro è un dispositivo che si presta a tantissime applicazioni diverse. Infatti, non solo può essere utilizzato durante gli allenamenti tuoi o di altre persone, ma si trova anche nelle palestre, negli ospedali o nei centri benessere.

Ovviamente è necessario per monitorare i tempi delle prestazioni sportive professionali sia individuali sia di squadra, ma viene usato anche negli sport statici come per esempio un torneo di biliardo o di scacchi.

Insomma, si parte con un unico strumento semplice e preciso e si arriva a decine e decine di usi in tantissimi campi diversi tra loro!

 Orientarsi tra le diverse tipologie di cronometri

Esistono due grandi categorie di cronometri: ci sono i modelli analogici e quelli digitali.

Per quanto riguarda i modelli analogici, si tratta dei cronometri più tradizionali, dotati di uno schermo dove le lancette indicano dei valori numerici.

I cronometri digitali, invece, possono avere due grandi differenze a livello di schermo; possono infatti essere dotati di uno schermo LED o di uno schermo LCD.

Alcune somiglianze tra i diversi cronometri

I cronometri hanno tutti lo stesso principio di funzionamento, ovvero hanno un piccolo pezzo di quarzo inserito in un circuito oscillatorio. Grazie alla frequenza che nasce dalle vibrazioni costanti del quarzo, i diversi cronometri restituiscono a modo loro i risultati:

  • i cronometri analogici usano un motore interno per muovere gli ingranaggi
  • i modelli con schermo LCD hanno un microprocessore che trasforma la frequenza in cifre digitali
  • i cronometri con schermo LED proiettano dei segmenti luminosi ottenuti grazie a dei circuiti divisori

Un’altra somiglianza, che però include esclusivamente i modelli analogici e quelli con schermo LCD è relativa alla loro struttura: possono infatti essere sia manuali sia da polso.

Al contrario, le grandi dimensioni dei cronometri LED li rendono utili quasi esclusivamente come strumenti da muro.

Cos’è la funzione inversa?

La funzione inversa altro non è che la funzione countdown. Cioè, invece di far scorrere il tempo in avanti lo si fa scorrere all’indietro partendo da un numero utile.

La presenza di questa funzione in un cronometro è molto utile e comoda. Ti permetterà infatti di tenere sempre sott’occhio per esempio l’avvicinarsi allo zero dei tuoi minuti di riscaldamento, stretching o defaticamento; inoltre, la funzione inversa è utile per monitorare i tempi di recupero tra un circuito e l’altro e, se è presente un allarme, potrai essere avvisato senza bisogno di tener traccia mentalmente del tempo che passa.

Il miglior cronometro con funzione inversa

Se la funzione inversa è per te un must have del tuo cronometro, ti consigliamo allora di optare per un modello digitale LCD da polso.

Con gli strumenti digitali, infatti, avrai un margine di manovra molto più elevato perché potrai aggiungere, togliere o sistemare diverse funzioni in base a quelle che sono le tue esigenze specifiche.

I cronometri digitali da polso possono essere simili ai semplici modelli manuali, ma comunque dotati di un setting apposito che ti consentirà di selezionare la funzione countdown, oppure integrati ai bracciali fitness. In questo secondo caso, oltre al cronometro e alla funzione inversa avrai a tua disposizione anche degli allenamenti specifici, un pacer, un GPS, un contacalorie e tanto altro che ti sarà utile nella tua organizzazione quotidiana, come una sveglia o un calendario.

Acquistare un cronometro di questo tipo significa anche poter contare su una memoria interna e su una struttura antiurto, impermeabile e resistente alla pressione subacquea.

Nata in un piccolo paese della Sardegna e poi trapiantata a Roma, ho cercato di rendere la mia passione per la scrittura un lavoro. Mi divido tra redazione, festival, televisione, scrittura per il web e sono appassionata di beauty, fitness, benessere della persona e cura della casa. In una parola: comunicazione. Così cerco di impostare il mio lavoro e la mia quotidianità.

Back to top
menu
migliorecronometro.it